Apple TV 2

iOS 4

Firmware 4.4 (A334v)
Firmware 4.3 bis (8F305)
Firmware 4.3 (8F190)
Firmware 4.2.1 (8C154)
Firmware 4.1 (8C150)
Link messi in ordine:
1)
2)
3)
4)

5)

HP Windows 8 compresse in arrivo il prossimo anno, CEO dice; webOS futuro in aria

Durante la società del terzo trimestre sugli utili il Giovedi, HP CEO Meg Whitman ha confermato che la sua azienda lancerà compresse powered by Microsoft, sistema operativo Windows 8 l’anno prossimo. “Una delle mie osservazioni è che HP cerca di fare un sacco di cose”, Whitman ha spiegato. “E io sono un grande sostenitore facendo un piccolo numero di cose molto, molto bene -. Configurarli, buttarle giù, configurarli, buttarle giù” Whitman commenti sono in linea con le voci recenti che ha suggerito che Dell e HP si sia lancio di Windows 8 compresse durante il terzo trimestre del prossimo anno. Come per webOS, il cellulare del sistema operativo HP ex CEO Léo Apotheker fondamentalmente ucciso: “Penso che da una prospettiva di webOS che una specie di pezzo successivo di lavoro per completare … L’intero team di Meg, Cathie, io, Giovanni Visentin stanno lavorando molto , molto duro e il più velocemente possibile per prendere le giuste decisioni su questo prodotto “, HP Personal Systems Group vice presidente esecutivo Todd Bradley ha detto. “Stiamo per prendere una decisione circa il futuro a lungo termine di webOS di HP nei prossimi due mesi”.

Sprint, accordo vicino per Cleawire 3-5 anni rete di accordo di condivisione!

Sprint e Clearwire sono vicini a inchiostrazione un accordo che possa estendere una rete esistente accordo di condivisione di ulteriori 3-5 anni, Bloomberg Businessweek ha detto Venerdì. L’attuale accordo terminerà alla fine del 2012. Presumibilmente, l’accordo non è definitivo e potrebbe ancora cadere. Se è finalizzato, Sprint è pronta a pagare meno per l’accesso alla rete Clearwire è quello che ha attualmente. Clearwire ha cercato finanziamenti aggiuntivi per aiutarla a costruire una rete 4G LTE, che dovrebbe costare $ 600 milioni, ma Sprint non fornirà alcuna del finanziamento. “Questo probabilmente help [Clearwire] ottenere i finanziamenti, perché sarebbe offrire una maggiore visibilità nelle entrate ricevendo le opportunità e ridurre il profilo di rischio”, Mizuho Securities analista Michael Nelson ha detto Bloomberg. Clearwire più recentemente ha iniziato corteggiando AT & T e Verizon Wireless, nel tentativo di raccogliere denaro per la sua nuova rete.

20111030-210135.jpg

Google Calendar come configurarlo su osx e ios

Scopriamo come portare sui nostri dispositivi iOS e Macintosh uno dei suoi elementi cardine dell’ecosistema Google: il Google Calendar.

Apple ha confezionato per OS X e iOS un calendario evoluto, versatile e ben integrato con il resto dei suoi servizi, iCal. Tuttavia per curiosità, necessità o esigenza potremmo dover utilizzare un calendario differente, come il ben noto Google calendar proposto dalla compagnia di Larry Page e Sergey Brin.

La configurazione richiede pochi passaggi e, aspetto non trascurabile, è del tutto indipendente da software di terze parti, quindi non avremo bisogno di ulteriori applicativi oltre a quelli già presenti nel vostro sistema.

Per Mac OS X, l’operazione da compiere è quella di associare il nostro account Google calendar ad iCal:

Dopo aver lanciato iCal andiamo nel menu Preferenze > Account e qui, cliccando sul pulsante + per aggiungere un nuovo account digitiamo il nostro indirizzo di Google (GMail). Impostiamo un valore di controllo automatico per la sincronizzazione e confermiamo le nuove impostazioni. Per verificare se l’operazione sia andata a buon fine controllate l’elenco dei calendari di iCal in cui dovrebbe apparire il nuovo arrivato: le modifiche apportate da iCal sul Google Calendar saranno automaticamente riportate all’account online.
Per iOS, invece, il primo passo è abilitare i calendari delle WebApps recandovi con Safari all’indirizzo: https://www.google.com/calendar/iphoneselect?pli=1

(in figura l’associazione con l’account con un nostro account)
Fatto ciò dal nostro iDevice andiamo su Impostazioni > Posta, contatti, calendari > account di Gmail e come nell’immagine, accertiamoci che tra i servizi abilitati ci sia Calendari…

Ora Mac e iPhone o iPad, come nel nostro caso, senza dimenticare il servizio online Google calendar, condivideranno il medesimo calendario e ogni modifica applicata da qualsiasi punto di accesso verrà automaticamente sincronizzata con i terminali nel servizio, senza che possano occorrere problemi di condivisione nei dati inseriti.

20111028-153432.jpg

Ecco perchè non sono deluso dal iphone 4S ma non lo comprerò

ho sempre pensato che ogni prodotto apple sia una rivoluzione qualcosa di meraviglioso stupendo e unico.Lo stesso concetto vale per l’iphone 4s, la qualtità della fotocamera di una reflex, l’esperienza di gioco di una console e tanti altri potenziamenti,si è vero molti ne sono delusi e all’inizio lo ero  anche io,ma ripensando a tutti quei rumors letti sull’iphone 5 mi stavo distaccando dala realtàe  in fondo l’iphone 4s è un cellulare meravigloso anzi credo che sia il migliore e anche se ha l’aspetto del mio iphone4  lil 4s sotto molti aspetti è stato potenziato e migliorato,non è semplice rendere ancor migliore un prodotto già perfetto e posso solo immaginiare quanto apple abbia dovuto lavorare per renderlo possibile.anche se non lo comprerò perchè il mio iphone4 mi piace un sacco e ò’ipad2 mi da una esperienza di gioco che solo la mia console mi sa dare e quindi non ritengo importante avere un iphone 4s (almeno per me) perquesto motivo e anche per un altr:il costo,volgio dire ho pagato un sacco di soldi il mio ipad2 e così vale per l’iphone4 non voglio spenderne eccessivamente troppi per un iphone che ha quello che ho già.In conclusione io personalmente per fare il satlo di qualità aspetto il 5 ma non nego che l’iphone 4s sia in un certo senso perfetto.

iOS 5 e AirPlay Mirroring: l’inizio della fine per PS3 e Xbox 360?

Lo so. So già che il titolo di questo articolo scatenerà le reazioni del mondo videoludico su console. E’ chiaro, nessuno vuole paragonare le attuali console HD ai prodotti che approdano su App Store e che siamo soliti giocare su iPhone o su altri dispositivi iOS. Prendetela, allora, come una “semplice” provocazione o, se volete, uno spunto di riflessione.

 

Con la presentazione di iOS 5 e l’avvicinarsi della funzione mirroring, è da un paio di giorni che mi frulla in testa un’idea. L’idea che Apple abbia finalmente fatto quel piccolo grande passo per ingranare maggiormente sul versante videoludico. Molti di noi, in passato, si sono chiesti “quando” e “se” la mela morsicata avrebbe debuttato sul panorama dei videogiochi, in modo più tradizionale. Beh, forse la risposta la abbiamo davanti agli occhi e pur in assenza di una vera console da tavolo, la funzione mirroring, in accoppiata alla Apple TV, può certamente significare qualcosa in questo senso.

Proprio oggi, Pocket Gamer ha pubblicato un’interessante intervista a Will Luton di Mobile Pie, il quale ha prontamente affermato che l’avvento di iOS 5, potrebbe davvero significare una svolta per Apple in campo videoludico, segnando addirittura la fine delle attuali console HD.

Luton sostiene che la mossa di Apple di spostare i videogiochi dall’iPhone alla TV sia stata fatta per lanciare un vero e proprio guanto di sfida a  Xbox 360 e  PlayStation 3. Non solo. Tale sfida, stando alle sue parole, sarebbe destinata ad essere vinta proprio da Apple.

Ecco le sue dirette parole in proposito:

L’ AirPlay Mirroring è la caratteristica di punta del nuovo iOS e darà la possibilità di cambiare completamente l’industria dei videogiochi, con device portatili che sostituiranno le console. Potrebbe sembrare un’esagerazione e adesso è da prendere solo come oro colato. In futuro, comunque, mi aspetto di vedere TV certificate AirPlay, e quando questo accadrà, sarà la morte per  Xbox 360 and PlayStation 3. I giocatori potranno giocare con device più efficienti rispetto a quelli odierni.

E voi cosa pensate di questa nuova caratteristica? E’ davvero il guanto di sfida di Apple al mondo delle console da gioco? Le tradizionali console devono iniziare a temere?

Puro presenta la linea di accessori per iPhone 4S

Domani sarà ufficialmente disponibile anche in Italia il nuovo iPhone 4S e Puro ha già preparato la lista di tutti gli accessori compatibili con lo smartphone Apple.

Nella lista Puro troviamo quindi tutti quegli accessori, già presenti da diversi mesi, che possono essere utilizzati anche su iPhone 4S. Un modo, per i nuovi acquirenti, di scoprire prodotti interessanti, anche se non rietrano più nella categoria delle novità.

Tra l’ampia gamma di cover e custodie compatibili con iPhone 4S, ricordiamo le ultime collezioni lanciate:

Infine, cliccando sui link riportati di seguito, potrete visionare l’ampia gamma di prodotti compatibili:

Ecco la presentazione in italiano della biografia ufficiale di Steve Jobs – Anteprima

Uscirà tra poche ore nelle principali librerie italiane l’attesissima biografia di Steve Jobs, la prima ufficiale realizzata con interviste esclusive al compianto co-fondatore di Apple. In anteprima assoluta, iPhoneItalia vi mostra la presentazione italiana che sarà presente sulla copertina del libro di Walter Isaacson.

 

Questa è la presentazione italiana presente sulla copertina della biografia, simile in parte a quella già presente su iBook Store

Più di quaranta colloqui personali con Steve Jobs in oltre due anni, e più di cento interviste a familiari, amici, rivali e colleghi, hanno permesso a Walter Isaacson di raccontare l’avvincente storia del geniale imprenditore la cui passione per la perfezione e il cui carisma feroce hanno rivoluzionato sei settori dell’economia e del business: computer, cinema d’animazione, musica, telefonia, tablet, editoria elettronica. Mentre tutto il mondo sta cercando un modo per sviluppare l’economia dell’era digitale, Jobs spicca come la massima icona dell’inventiva, perché ha intuito in anticipo che la chiave per creare valore nel ventunesimo secolo è la combinazione di creatività e tecnologia, e ha costruito un’azienda basata sulla connessione tra geniali scatti d’immaginazione e riconosciute invenzioni tecnologiche.

Nonostante abbia collaborato in prima persona alla stesura di questo libro, Jobs non ha imposto nessun vincolo sul testo né ha preteso di leggerle prima della pubblicazione. E non ha posto alcun filtro, incoraggiando anzi i suoi conoscenti, familiari e rivali a raccontare onestamente tutta la verità. Lui stesso parla candidamente, talvolta in maniera brutale, dei colleghi, degli amici e dei nemici, i quali, a loro volta, ne svelano le passioni, il perfezionismo, la maestria, la magia diabolica e l’ossessione per il controllo che hanno caratterizzato il sue approccio al business e i
geniali prodotti che ha creato. Trascinate dai suei demoni, Jobs poteva scatenare l’ira in chi gli stava vicino o indurlo alla disperazione.
Ma la sua personalità e i suoi prodotti erano una cosa sola, come l’hardware e il software di Apple, parti di un sistema integrate. Dall’infanzia con la famiglia adottiva all’adolescenza tra li pionieri dell’informatica, dal soggiorno in India in cerca del lato spirituale dell’esistenza alla nascita di Apple, dal successo commerciale all’uscita temporanea dall’azienda, dal boom planetario nell’ultimo decennio alla lotta contro la malattia; la sua storia, ricca di lezioni su innovazione, leadership e valori fondamentali, ci insegna e allo stesso tempo ci è di ammonimento. L’unica biografia autorizzata del creatore di Apple ci svela i segreti dell’uomo che ha davvero cambiato il nostro modo di pensare. Un libro che va letto come il testamento intellettuale e spirituale che Jobs lascia al mondo intero.
Walter Isaacson è stato caporedattore della rivista Time, amministratore delegato e presidente della CNN. Attualmente è amministratore delegato dell’Aspen Institute. E autore di numerosi libri.

IOSBLOG a Firenze per guardare l’iphone 4s il 30 ottobre

Il 30 Ottobre il team di iosblog va a Firenze per guardare e provare all’apple store l’iphone 4s.In più vi avevamo detto dell applestore di Firenze in questo articolo evi avevamo promesso che avremmo fatto un altra visita per vedere come andava l’apple store bene faremo tutto ciò in una presentazione il 30 Ottobre

iPhone 4S consuma il 50% dei dati meno degli smartphone Android 3G/4G

Sprint Nextel ieri ha illustrato i guadagni del trimestre che si è appena concluso ed il CEO Dan Hesse, durante la conferenza, ha detto che “l’iPhone vale ogni centesimo”. La società di analisi  Barron’s, ha anche affermato che gli utenti iPhone possono risparmiare consumando meno 3G rispetto all’utente medio di uno smartphone dual mode 3G/4G.