Final Cut Pro X : Creare il primo progetto

Eccoci al consueto appuntamento con i nostri brevi articoli legati al mondo di Final Cut Pro X. Questa volta analizzeremo in modo semplice ma il più approfondito possibile le attività legate all’acquisizione dei file video/audio, la gestione dei file grafici, la configurazione di base di un progetto. Buona lettura!

Segue la nuova serie di piccoli approfondimenti su questo bellissimo e innovativo software di video editing Apple. Per chi si fosse perso le prime due introduzioni, potrete trovarle qui e qui. La nuova interfaccia e le nuove funzionalità che hanno tanto sconvolto inizialmente l’utenza professionale di Final Cut, si stanno rivelando sempre più il punto di forza di questo software. Bisogna dargli fiducia ed iniziarlo ad usare eliminando i propri pregiudizi, affrontando il nuovo workflow di lavoro con la certezza che può facilitarci il nostro lavoro. Più utilizzeremo Final Cut Pro X, più ci accorgeremo che questa affermazione è vera. Il nostro consiglio è di iniziare un nuovo progetto giusto per iniziare ed imparare le regole principali, prendere dimestichezza con calma prima di usarlo per qualcosa di più impegnativo.

La gestione degli eventi e dei progetti, non potrà più essere fatta in modo “manuale” utilizzando il finder, questo perché come detto precedentemente, adesso progetti ed eventi saranno gestiti attraverso delle base dati apposite. Per ottenere delle ottime performance con Final Cut Pro X è consigliato utilizzare almeno 3 dischi: il disco di sistema dove Final Cut Pro è installato; il disco degli eventi ed il disco dei progetti. Per creare un nuovo evento (in alto a sinistra) in un disco diverso da quello di default (Machintosh HD) cliccate sul drive che vorrete utilizzare e poi attraverso il tasto destro, oppure dal menù File -> New Event. Scegliete il nome del vostro evento, anche se potrete cambiarlo più avanti. A questo punto potete acquisire il vostro materiale multimendiale.

Potrete scegliere se importarlo da una videocamera (e potrete utilizzare anche la cam del vostro Mac) oppure se importare dei files dal vostro disco o dalle vostre schede di memoria. A questo proposito è necessario ricordavi che al termine del vostro girato, qualora stiate utilizzando videocamere che registrano su schede, dovrete copiare sul vostro disco l’intera struttura della vostra scheda, non solo i file video. In questo modo Final Cut Pro X gestirà completamente la vostra scheda, permettendovi di selezionare quali delle clip in essa contenute vorrete importare in modo molto semplice. Potrete selezionarle dalla nuova finestra che vi viene proposta e poi potrete cliccare sul pulsante : Import Selected. Se di una clip volete importare una sola parte di una clip, vi basterà selezionare la clip che verrà contornata di giallo, stringete i contorni gialli che per scegliere cosa vi interessa importare e poi cliccate “Import Selected”. Potrete ripetere l’operazione tutte le volte che vorrete.

Al termine dell’operazione Final Cut Pro X vi mostrerà una nuova finestra che vi permetterà di scegliere alcune opzioni di editing. Vediamo le più importanti rilevanti.

Potrete scegliere se creare un nuovo evento con questi files oppure se vorrete inserirli nell’evento già creato. Potete scegliere se creare dei file ottimizzati con l’opzione Create Optimized Media. Final Cut Pro X utilizzerà i codec Apple Pro Res, creerete files con un estrema qualità video ma di dimensioni notevoli. Perciò potete scegliere se usare i codec standard o i codec Apple. Con l’opzione “Create proxy media” creerete dei files  di piccole dimensioni, che punteranno al file originale. In questo modo il sistema non sarà appesantito in fase di editing, a discapito di una qualità più bassa (solo in editing, non in export).

L’opzione “Analyze for stabilization and rolling shutter” serve per evitare tutti i difetti classici delle nuove videoreflex, anche se in realtà può tornarvi utile soprattutto se le vostre riprese sono state fatte a mano libera. “Analyze for balance color” è da selezionare qualora la ripresa sia errata e le riprese presentino le classiche dominanti rosse o blu delle luci calde o fredde a cui i soggetti sono sottoposti. L’analisi del quadro cromatico dell’immagine renderà la color correction molto più precisa. Direttamente da iPhoto, la funzione di riconoscimento delle persone, vi permetterà di organizzare le riprese in base al numero di persone che vengono riprese. Si tratta di un opzione molto comoda che può tornare molto utile in molte occasioni. “Analyze and fix audio problems” aiuta nel caso vi fossero rumori audio persistenti in tutta la ripresa. Il nostro consiglio è di consiglio è di usare media ottimizzati e poi attivare tutte le opzioni tranne “Consolidate find people results”. In questo modo l’importazione risulta chiaramente più lenta, perché ogni clip viene analizzata da molti punti di vista, ma potrete continuare a lavorare ugualmente, in quanto l’analisi avviene in background. Le vostre clip appariranno adesso nel viewer delle clip, legate al nostro evento e tramite i pulsanti in basso, potrete sceglierne la visualizzazione.

Per creare un nuovo progetto, ugualmente a quanto avviene per l’evento, potrete scegliere il disco di destinazione ed aggiungere il vostro progetto. Final Cut Pro X vi mostrerà una nuova finestra di opzioni, ma molto più semplice da gestire. Potrete impostare il codec che volete utilizzare, il formato audio, etc. La bellezza di questa nuova interfaccia è data dalla possibilità di “navigare tra i progetti”, visualizzarne un’anteprima veloce, senza la necessità di doverli “caricare” in memoria. Creato il progetto vi verrà presentata la nuova timeline. Ad una prima occhiata noterete che non vi è più una diversificazione per tracce audio o tracce video. Vi è invece una barra nera, che da adesso in poi chiameremo Storyline. Final Cut Pro X introduce infatti il concetto di Storyline intendendola come il tema principale del nostro montato. Tutto il nostro montaggio sarà legato alla storyline. Qualora vorrete aggiungere musica, grafici o titoli vari, potremo posizionarli sopra o sotto la storyline “primaria”.

Con questi piccoli ma essenziali passi, avrete creato il vostro primo progetto in Final Cut Pro X. Adesso potete iniziare a prender confidenza con la Timeline Magnetica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...