Funzioni NASCOSTE di iOS 5: impostare vibrazioni personalizzate per ogni contatto!

Mettiamo che siete ad un meeting di lavoro e non potete assolutamente distrarvi tenendo d’occhio lo schermo del vostro iPhone ma al contempo vorreste sapere chi vi sta cercando… Non sarebbe perfetto se poteste capire chi vi sta cercando pur non potendo controllare lo schermo ne’ sentire alcuna suoneria per non disturbare? Ebbene, con iOs 5 potete farlo: tra le centinaia di nuove funzioni c’è anche quella che ci consente di impostare un tipo di vibrazione personalizzata per ogni nostro contatto, ma non basta…
Avendo certamente in rubrica più di 5 contatti (questo è il numero delle diverse vibrazioni predisposte tra cui scegliere) potreste invece crearne a vostro gusto, con infiniti ritmi diversi, da affibbiare a qualunque vostro contatto, per riconoscerlo piu’ facilmente (il guaio è poi ricordarsene): vi consiglio di provare quest’ultima funzione perchè è molto divertente.

Ma andiamo con ordine. Per approvare la vibrazione personalizzata dovete prima di tutto andare nelle impostazioni generali, poi nell’area ACCESSIBILITA’ e attivare il comando “VIBRAZIONI PERSONALIZZATE”. Fatto questo, andate su qualunque contatto della vostra rubrica, poi selezionate MODIFICA e nelel varie opzioni scegliete la vibrazione personalizzata. COme dicevamo, ci sono 5 ritmi diversi preimpostati tra cui scegliere (molto carino il battito cardiaco). Ma se non vi soddisfano, o non vi bastano, ecco la parte piu’ divertente da svolgere: creare i nostri ritmi di vibrazione, semplicemente scegliendo il comando “CREA NUOVA VIBRAZIONE” che si trova sotto ai 5 tipi pre-impostati. Si aprirà una sorta di registratore, che anzichè registrare i suoni registra la PRESSIONE del nostro tocco di dita. Più intensamente premiamo e più deciso sarà quel segmento di vibrazione, proprio come quando si perquote un tamburo. Staccando le dita dallo schermo si “interrompe” la vibrazione, determinandone così il ritmo.

Prima di salvare la nostra “opera” possiamo risentirla (al tatto) con il comando “riproduci”. Funziona bene se si danno dei ritmi molto ben scanditi. Nel farlo, non so come mai, mi è venuta in mente solo la vecchia “Sarà Perchè ti amo” dei Ricchi e Poveri, ma si presta benissimo!
Buon divertimento!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...