Joswiak spiega i segreti del successo della Apple

Greg Joswiak, Vice-Presidente marketing della Apple, svela quelle che sono le motivazioni di un successo ventennale della sua azienda.

 

Nel corso dell’evento Silicon Valley comes to the UK, Greg Joswiak, Vice-Presidente della divisione marketing per il settore iPod, iPhone ed iOS in Apple, ha snocciolato quelle che sono le chiavi di un successo grazie al quale la sua compagnia, per oltre 20 anni, ha vissuto un ruolo da protagonista non confinato al mondo  informatico ma esteso ad ogni ambito del vivere comune.

Le sue parole sembrano essere ispirate direttamente dal Jobs pensiero e difatti i quattro segreti sono:

Focus —”Significa saper dire no, non dire sì. In Apple facciamo poche cose. Siamo tuttavia una compagnia che con questi pochi prodotti riusciamo ad avere un fatturato di 100 miliardi di dollari. Se ti dedichi a troppe cose, nes

suna di esse nessuna risulterà buona.”

Simplicità —”Rendere le cose complesse semplici (il mantra di Jobs, NdR).  In molti pensano che ciò significhi prendere qualcosa di semplice e lasciarla così, nella usa essenzialità. Ma non è questo. Quando  inizi a costruire qualcosa, rapidamente diventa complessa. Ma è questo il momento in cui molte persone si fermano. Se hai invece una conoscenza perfetta del prodotto e delle sue problematiche, allora puoi prendere questa cosa e renderla semplice.

Coraggio —”Il coraggio é alla base di numerose decisioni nel mondo degli affari. Non fossilizzarti sulle idee del passato anche se sono risultate vincenti.  Non devi costruire un prodotto solo perché tutti gli altri lo hanno già fatto. ”

Best—”Se non puoi entrare nel mercato ed essere il migliore, allora tanto vale non entrarci. Tu devi fare questa valutazione.  In Apple se non possiamo essere i migliori, non siamo interessati a farlo.”

Se tutte le compagnie avessero  capisaldi del genere anziché rendere conto esclusivamente al ritorno economico, Apple avrebbe di che guardarsi… e difatti è delle piccole softco o delle startup messe in piedi da pochi temerari-sognatori che le Big della Silicon Valley sono piu’ preoccupate (e difatti generalmente finiscono per assorbirle…).

P.S:g IL NOSTRO 600° ARTICOLO!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...