Redsnow 0.9.9b9, risolto il bug che c’era con IPhone 3GS

 

Sulla scia del rilascio di RedSn0w 0.9.9b9 e UltraSn0w 1.2.5, il Dev Team si è affrettato a correggere un bug che ha colpito i proprietari di iPhone 3GS con i bootrom. Questa correzione viene fornito con 0.9.9b9d RedSn0w che è stato rilasciato in data odierna.

Se avete un iPhone 3G con figli bootrom e RedSn0w 0.9.9b9 utilizzati, si può semplicemente eseguire questa nuova versione di RedSn0w su di esso …
proprietari iPhone3GS nella nostra sezione commenti qui sotto notato un problema con iljailbreak untethered disponibile per il vecchio bootrom 3GS. Abbiamo corretto il problemain 0.9.9b9d. Se avete un vecchio bootrom 3GS e hanno già utilizzato redsn0w di ieri serasu di esso, è possibile rieseguire nuovamente senza perdere nulla. Basta usare questa nuova versione, andare in Extra-> IPSW e selezionare manualmente il IPSW 5.0.1, poitornare indietro e Jailbreak di nuovo (ma è possibile deselezionare Cydia perché è giàinstallata).

Annunci

Come eseguire il jailbreak tethered di iOS 5 utilizzando Ac1dSn0w – Guida Ios Blog

Premesse

  • Ac1dSn0w esegue un jailbreak di tipo tethered, vale a dire che per riavviare il dispositivo una volta sbloccato sarà necessario riconnetterlo al computer e lanciare nuovamente Ac1dSn0w.
  • Il jailbreak può diventare di tipo semi-tethered installando il pacchetto “Semi-Tethered” da Cydia dopo aver eseguito il jailbreak. Il jailbreak Semi-Tethered, a differenza di quello tethered, vi consentirà in ogni caso di utilizzare le funzionalità native del vostro dispositivo anche dopo un riavvio senza utilizzare Ac1dSn0w.
  • Ac1dSn0w non funziona su iPhone 4S ed iPad 2.

Dispositivi compatibili

  • iPhone 3GS;
  • iPhone 4;
  • iPod touch di quarta generazione;
  • iPad di prima generazione.

Occorrente

  • Sistema operativo Mac (per ora Ac1dSn0w non è disponibile in versione per Windows);
  • Un dispositivo iOS aggiornato al firmware 5.0 o 5.0.1 che figuri nell’elenco di compatibilità;
  • Ac1dSn0w Beta 1 (download).

Guida

1. Scaricate Ac1dSn0w dal link proposto poco più in alto e spostate l’applicazione sulla scrivania del vostro Mac.

2. Avviate il tool cliccando per due volte sull’icona che avete posizionato sulla scrivania. Si aprirà una nuova interfaccia molto semplice e leggera dalla quale dovrete selezionare una delle diverse opzioni.

3. Dopo esservi assicurati di aver connesso al computer il dispositivo che intendiamo sbloccare, dovremo impostare il nostro iPhone, iPad o iPod touch inmodalità DFU. Per farlo bisognerà premere i tasti Home e Power contemporaneamente fino a quando lo schermo del dispositivo non si spegnerà e, pochi secondi dopo, rilasciare il tasto Power e continuare a premere Home per una decina di secondi.

A questo punto, impostato il device in DFU, non ci resta che premere sulla voce “Jailbreak“, la prima in alto nella schermata di Ac1dSn0w, per avviare l’installazione di Cydia sul terminale.

Attivando l’opzione “Show Console” prima di procedere con il jailbreak potrete visualizzare alcune informazioni sul dispositivo e sullo stato dell’operazione; la voce “Show Assistant”, invece, permette di attivare le istruzioni su schermo per impostare il dispositivo in modalità DFU.

4. Terminato il processo, Cydia sarà installato sul vostro dispositivo. L’iPhone si riavvierà ma, essendo il jailbreak di tipo tethered, sarà da subito necessario eseguire un boot utilizzando Ac1dSn0w. Per farlo impostate nuovamente il dispositivo in modalità DFU (la procedura è la stessa che abbiamo riportato al punto 3), lanciate Ac1dSn0w e cliccate su “Tethered Boot”. Assisterete così ad un riavvio del device e avrete ultimato l’operazione di jailbreak.

A questo punto, se lo volete, potete scaricare Semi-Tethered da Cydia per rendere il jailbreak di tipo semi-tethered e beneficiare delle condizioni espresse in alto.

Funzioni future

Trattandosi solamente della prima release di Ac1dSn0w, è lecito attendersi che il programma venga migliorato nei prossimi mesi. Gli sviluppatori hanno confermato questa intenzione rendendo note alcune delle funzioni che saranno presto inserite in Ac1dSn0w. Tra queste troviamo:

  • Il Jailbreak Remoto, che consentirà di sbloccare un dispositivo di un amico a distanza, a patto che questo sia connesso fisicamente (via cavo) ad un computer. Per utilizzare questa tipologia di jailbreak sarà necessario installare un client per il vostro sistema operativo desktop (Linux, BSD, Windows) e Ac1dSn0w sarà in grado di eseguire il jailbreak anche a distanza.
  • Creazione automatica del Firmware;
  • iRecovery Remote, per comunicare con i dispositivi remoti ed inviare i propri payloads, ecc.

Ecco come eseguire il jailbreak tethered di iOS 5.0.1 finale – Guida

A poche ore dal rilascio pubblico di iOS 5.0.1, il jailbreak per questo firmware è già possibile. Si tratta ancora una volta di un jailbreak di tipo tethered che potrete eseguire tramite Redsn0w 0.9.9b8 seguendo questa nostra guida.

 

Premesse

  • Il jailbreak è di tipo tethered (maggiori informazioni)*;
  • Gli utenti che possiedono un iPhone non italiano NON devono utilizzare questo programma;
  • Questa guida è valida sia per Windows che per Mac.

Compatibilità

  • iPhone 3GS (vecchia bootrom) *jailbreak untethered
  • iPhone 3GS (nuova bootrom)
  • iPhone 4 (GSM)
  • iPhone 4 (CDMA)
  • iPod touch 3G
  • iPod touch 4G
  • iPad 1
  • AppleTV 2G
Attualmente non esiste un jailbreak per l’iPhone 4S.

Occorrente

  • Redsn0w 0.9.9b8 (Mac – Windows)
  • iOS 5.0.1 installato sul dispositivo su cui si vuole eseguire il jailbreak (download)

Guida

1. Assicuratevi di aver installato iOS 5.0.1 sul vostro dispositivo e di aver scaricato la nuova versione di Redsn0w.

2. Lanciate Redsn0w 0.9.9b8 e selezionate il file del firmware 5.0 dal menu Extra > Select IPSW. Selezioneremo questo firmware al posto del 5.0.1 perché Redsn0w non è ancora stato aggiornato per supportare il nuovo IPSW di iOS 5.0.1.

3. Tornate alla schermata principale di Redsn0w, premete su “Jailbreak” e quindi su “Install Cydia”.

Vi sarà chiesto di impostare il dispositivo in modalità DFU. Per farlo dovrete premere il tasto “Accensione” per circa 5 secondi, quindi il tasto “Accensione” e il tasto “Home” per 10 secondi e infine rilascare “Accensione” e continuare a tenere premuto il tasto “Home” per altri 15 secondi.

4. Partirà quindi il processo di Jailbreak, che potrebbe richiedere alcuni minuti. Al termine avrete il vostro iPhone aggiornato ad iOS 5.0.1 con Cydia installato e perfettamente funzionante.

Riavvio in modalità tethered

Per riavviare il vostro iPhone dopo il jailbreak (e risolvere anche il problema dell’icona bianca di Cydia già dal primo riavvio) dovrete:

1. Lanciare nuovamente Redsn0w ed aprire il menu Extras.

2. Selezionare la voce “Just boot”.

3. Impostare nuovamente l’iPhone in modalità DFU.

4. Attendere il riavvio dell’iPhone.

Jailbreak Semi-Tethered

Se volete, come sempre, potete rendere il jailbreak semitethered scaricando gratuitamente il pacchetto “Semi-Tethered” da Cydia dopo l’esecuzione del jailbreak. Ricordiamo che l’unica differenza tra jailbreak tethered e semitethered è quella di poter utilizzare, nel secondo caso, tutte le applicazioni native dell’iPhone ad eccezione di Cydia e delle estensioni ad esso collegate. Il jailbreak tethered, invece, non vi permetterà tutto ciò.

Attualmente non esiste un jailbreak di tipo untethered per iOS 5.0 o iOS 5.0.1. L’iPhone 4S, inoltre, non può essere in alcun modo sbloccato allo stato attuale. Non sappiamo quando saranno rilasciati i nuovi tool specifici per il jailbreak untethered di queste versioni di iOS e di questo dispositivo.

Pod2G è in possesso del jailbreak unterhered di iOS 5

pod2g, l’hacker che circa un anno fa scoprì il noto exploit denominato SHAtter, ha da poco comunicato su Twitter di aver scovato una vulnerabilità in iOS 5 che permette il jailbreak untethered di questa versione del firmware.

Tuttavia, stando alle parole dello stesso Pod2G, l’exploit necessiterà ancora di ulteriori test per verificarne il corretto funzionamento.

Non appena avremo novità a riguardo vi aggiorneremo tramite un nuovo articolo.

Aggiornamento: secondo quanto emerso da una conversazione su Twitter tra pod2g e cpich3g, un altro esperto hacker della scena iOS, l’exploit individuato da pod2g non sarebbe di tipo userland (come i cinque scovati invece dal Chronic-Dev Team) ma relativo ad una componente hardware. Se questa notizia, per ora poco dettagliata, venisse confermata, probabilmente l’exploit untethered scovato in mattinata consentirebbe il jailbreak untethered di tutti i dispositivi iOS, inclusi quelli di quinta generazione ovvero iPad 2 e iPhone 4S.

Continueremo a tenervi aggiornati a riguardo!

Come installare siri e attivare su iPhone4 guida IosBlog

iPhone 4S Siri

L’assistente vocale Siri è considerato da Apple come la migliore innovazione integrata nel nuovissimo iPhone 4S; fatto sta, però, che milioni di utenti si stanno chiedendo come attivare tale funzione sul loro “vecchio” dispositivo Apple, e così, eccoci pubblicare questa guida.

Prima di procedere con la guida, ci teniamo a precisare che, seguendo il procedimento, lavorerete su file interni del vostro dispositivo, dunque un passaggio sbagliato potrebbe farvi perdere l’uso del terminale. La procedura è stata provata da noi dello staff prima di essere pubblicata, ma non ci riteniamo responsabili di malfunzionamenti o imprevisti che dovessero presentarsi mentre o dopo aver seguito questa guida.

Per chi non lo sapesse, vogliamo ricordare che Siri per ora è ancora in fase beta, dunque è possibile usarlo solo in tre lingue, ovvero inglese, francese e tedesco; se proprio volete attivare Siri sul vostro dispositivo di vecchia data, assicuratevi di avere una buona pronuncia di una di queste tre lingue.

Per prima cosa, passiamo a tutto l’occorrente che ci serve per seguire questa guida:

  1. iPhone 3GS/4 o iPod Touch 3G/4 con iOS 5 con Jailbreak;
  2. Le applicazioni Mobile Terminal e OpenSSH disponibili su Cydia;
  3. Link Idendity error, attivabile sempre su Cydia;
  4. Il file scaricato da qui;
  5. iFunBox se avete un PC o CyberDuck se avete un MAC.

Ora seguite questo procedimento:

  1. Avviate iFunBox o Cyberduck e collegate il vostro dispositivo Apple al PC tramite USB per farlo riconoscere; fate una copia dei dati interni;
  2. Recatevi in /System/Library/PrivateFrameworks/ e copiate il contenuto del pacchetto precedentemente scaricato;
  3. Senza scollgare il dispositivo, lanciate Mobile Terminal ed eseguite uno alla volta i comandi elencati nel punto 4:
  4. chown -R root:wheel /System/Library/PrivateFrameworks/AssistantServices.framework
    chmod -R 755 /System/Library/PrivateFrameworks/AssistantServices.framework
    ldid -S /System/Library/PrivateFrameworks/AssistantServices.framework/AssistantServices

A questo punto, sempre via SSH, modificate il file dal nome N90AP.plist (può avere altri nomi in altri dispositivi, l’importante è che il file abbia l’estensione .plist) presente nella Springboard.app; vi basterà trascinarlo sul vostro desktop ed aprirlo con un editor di testo. Al suo interno, aggiungete questi comandi appena sotto la stringa “<dict>”:

<key>720p</key><true/>
<key>1080p</key><true/>
<key>assistant</key><true/>

Arrivati fin qui, eseguite un respring del vostro dispositivo e godetevi l’interfaccia Siri che adesso sarà presente sul vostro terminale.

Nel caso di dubbi o incertezze, non esitate a scrivere nei commenti.

AGGIORNAMENTO:

Visto che molti utenti si stanno lamentando del funzionamento di Siri sul proprio dispositivo dopo questa guida, teniamo a farvi sapere che presto sarà rilasciato su Cydia il pacchetto ufficiale che permetterà di aggiungere Siri sul vostro terminale in pochi e semplici passi.

Vi ricordiamo, inoltre, che Cydia non è disponibile ancora in lingua italiana, dunque per poterlo attivare dovrete cambiare la lingua del vostro dispositivo.

Jailbreak iOS 5 5.0 su iPhone 4 iPad iPod Touch con Redsn0w


It has been announced that the current version of Redsn0w works on the public release of iOS 5. For those that dont know, Apple released iOS 5 just hours ago today. Read on for instructions on how to jailbreak it. Note that this jailbreak is tethered and will require a tethered boot after the device is turned off or restarted.

Devices Supported:
iPhone 4
iPhone 3Gs
iPad
iPod Touch 4G
iPod Touch 3G

Downloads

Redsn0w 0.9.9b4 (here)

iOS 5 for your device (here)

Passo 1: Aprite Redsn0w e selezionate “Extra”.

2. Fare clic su “Seleziona IPSW” e individuare dove il vostro firmware iOS 5.

3. Torna indietro e clicca su “Jailbreak”.

4. Seguire le istruzioni sullo schermo per mettere il dispositivo in modalità DFU.

5. Attendere Redsn0w per il jailbreak del dispositivo e lo hanno riavvio in modalità tethered.

6. Fare clic su “Indietro” di Redsn0w, e quindi fare clic su “Extra”.

7. Selezionare l’opzione di boot tethered e seguire le istruzioni per mettere il dispositivo in modalità DFU di nuovo

8. Attendere che il dispositivo di riavviare, e il gioco è fatto!

Il jailbreak tethered di iOS 5.0.1 è già possibile con il nuovo Redsn0w 0.9.9b8

Nella serata di ieri è stata rilasciata una versione beta – e quindi solo per sviluppatori – di iOS 5.0.1, il primo minor update che seguirà la ben più importante release pubblica, quella di iOS 5, che ha portato con se una serie di importanti novità. Come già riportato, iOS 5.0.1 si limita ad aggiungere piccoli fix e a correggere alcuni bug riscontrati in iOS 5 da alcuni utenti. Proprio perché si tratta di un aggiornamento di sistema minore, il jailbreak tethered di iOS 5.0.1 è già possibile utilizzando l’ultima versione di Redsn0w rilasciata proprio qualche istante fa dal Dev Team.

Per eseguire il jailbreak tethered di iOS 5.0.1, gli sviluppatori dovranno agire esattamente come dimostrato in questa guida, con l’unica variante di dover selezionare il file IPSW di iOS 5.0.1 dal menu “Extras” piuttosto di quello di iOS 5.0. Il procedimento resterà per il resto invariato e nel giro di pochi secondi avrete un jailbreak tethered e Cydia installato all’interno della schermata Home.

Se volete rendere il jailbreak di tipo semi-tethered (questo vi permetterà comunque di utilizzare l’iPhone dopo un riavvio ma perderete l’accesso a tutti i contenuti Cydia fino a quando non eseguirete il riavvio dal computer) vi basta scaricare da Cydia il pacchetto “Semi-Tethered” ed attendere l’installazione dello stesso.

Potete scaricare la nuova versione di Redsn0w (0.9.9b8) dai seguenti link:

Ricordiamo che il jailbreak è sempre di tipo tethered su tutti i dispositivi iOS aggiornabili al firmware 5.0.1 ad eccezione degli iPhone 3GS con vecchia bootrom per i quali il jailbreak sarà di tipo untethered.

Jailbreak Wizard, scoprire se il proprio dispositivo Apple è jailbreakabile

Quando si è dubbiosi circa il metodo da utilizzare per eseguire il jailbreak sul proprio dispositivo Apple o per sbloccare la baseband e non si è particolarmente esperti circa i modi e ed i precisi tool adatti e preposti a tale scopo, i meno esperti soprattutto e i neo-possessori di un device di Cupertino vanno in confusione.

Se magari non si è certi che il proprio dispositivo è jailbreakkabile, si è persa qualche guida o non si conosce l’effettiva disponibilità di un determinato jailbreak,Jailbreak Wizard è la soluzione giusta da adottare.

Nello specifico si tratta di un semplice servizio web mediante cui, scelta la configurazione del proprio iDevice (seguendo i 5 menù presenti) è possibile informarsi circa la disponibilità di jailbreak, sblocco baseband e quali tool necessari per compiere tali operazioni.

Nei 5 menù, ad uno ad uno, si dovrà:

  • scegliere il proprio dispositivo Apple;
  • scegliere il modello preciso;
  • selezionare la versione di iOS installata;
  • il numero di baseband (da impostare solo se si è in possesso di un iPhone straniero e si intende sbloccare la parte telefonica);
  • selezionare il sistema operativo utilizzato.

Dopo aver cliccato su verifica il tuo device si aprirà una nuova pagina in cui vengono esposti i risultati, potendo finalmente scoprire se il dispositivo è jailbreakkabile (con relativo tool di utilizzo) o sbloccabile (il solito ulstrasn0w da Cydia).

Il jailbreak tethered di iOS 5.0.1 è già possibile con il nuovo Redsn0w 0.9.9b8

Nella serata di ieri è stata rilasciata una versione beta – e quindi solo per sviluppatori – di iOS 5.0.1, il primo minor update che seguirà la ben più importante release pubblica, quella di iOS 5, che ha portato con se una serie di importanti novità. Come già riportato, iOS 5.0.1 si limita ad aggiungere piccoli fix e a correggere alcuni bug riscontrati in iOS 5 da alcuni utenti. Proprio perché si tratta di un aggiornamento di sistema minore, il jailbreak tethered di iOS 5.0.1 è già possibile utilizzando l’ultima versione di Redsn0w rilasciata proprio qualche istante fa dal Dev Team.

Per eseguire il jailbreak tethered di iOS 5.0.1, gli sviluppatori dovranno agire esattamente come dimostrato in questa guida, con l’unica variante di dover selezionare il file IPSW di iOS 5.0.1 dal menu “Extras” piuttosto di quello di iOS 5.0. Il procedimento resterà per il resto invariato e nel giro di pochi secondi avrete un jailbreak tethered e Cydia installato all’interno della schermata Home.

Se volete rendere il jailbreak di tipo semi-tethered (questo vi permetterà comunque di utilizzare l’iPhone dopo un riavvio ma perderete l’accesso a tutti i contenuti Cydia fino a quando non eseguirete il riavvio dal computer) vi basta scaricare da Cydia il pacchetto “Semi-Tethered” ed attendere l’installazione dello stesso.

Potete scaricare la nuova versione di Redsn0w (0.9.9b8) dai seguenti link:

Ricordiamo che il jailbreak è sempre di tipo tethered su tutti i dispositivi iOS aggiornabili al firmware 5.0.1 ad eccezione degli iPhone 3GS con vecchia bootrom per i quali il jailbreak sarà di tipo untethered.

GUIDA: eseguire il jailbreak tethered di iOS 5 beta con Redsn0w 0.9.8b1 [Mac]

Da pochi minuti il Dev-Team ha rilasciato Redsn0w 0.9.8b1, tool utile per eseguire il jailbreak tethered della prima versione beta di iOS 5.0 rilasciata lunedì scorso da Apple per i soli sviluppatori. In questo articolo andremo a proporvi la nostra guida step-by-step che vi consentirà di installare Cydia sull’ultimissima versione di iOS.

 

 

Premesse

  • Il jailbreak è di tipo tethered , su TUTTI i dispositivi compatibili;
  • Gli utenti che possiedono un iPhone non italiano NON devono utilizzare questo programma;
  • Questa guida è valida SOLO per Mac;
  • L’utilizzo della guida è destinato ai soli sviluppatori dell’iOS Dev Center.

Compatibilità

  • iPhone 3GS (vecchia bootrom)
  • iPhone 3GS (nuova bootrom)
  • iPhone 4 (GSM)
  • iPod touch 3G
  • iPod touch 4G
  • iPad 1
  • AppleTV 2G (v4.3 8F202)

Occorrente

  • Redsn0w 0.9.8b1 per Mac (download)
  • iOS 5.0 beta 1 installato sul vostro dispositivo (download)

Guida

1. Assicuratevi di aver installato iOS 5.0 beta 1 sul vostro dispositivo e di aver scaricato la nuova versione di Redsn0w.

2. Lanciate Redsn0w 0.9.8b1 e selezionate il file del firmware 5.0 beta 1.

3. Selezionate “Install Cydia” e cliccate su “Next”. Facoltativamente, potrete anche modificare, attivare o disattivare altre opzioni. Potete scegliere di spuntare queste opzioni o meno, l’unica che deve rimanere sempre spuntata è “Install Cydia”.

4. Assicuratevi di avere il vostro dispositivo collegato al pc e spento. Premete su next e seguite le istruzioni su schermo per mandarlo in DFU: per andare in questa modalità, dovrete premere il tasto “Accensione”, quindi il tasto “Accensione” e il tasto “Home”. Infine, dopo pochi secondi, dovrete rilasciare “Accensione” e continuare a tenere premuto il tasto “Home” fino a quando non avrà inizio l’installazione.

6. Partirà quindi il processo di Jailbreak, che potrebbe richiedere alcuni minuti. Una volta terminato, vi ritroverete con iOS 5.0 beta 1 jailbroken e Cydia pronto per essere configurato dal dispositivo.

Riavvio in modalità tethered

Per riavviare il vostro iPhone dopo il jailbreak (e risolvere anche il problema dell’icona bianca di Cydia già dal primo riavvio) dovrete:

1. Lanciare nuovamente Redsn0w ed eseguire tutti gli step precedentemente illustrati fino al punto 2.

2. Selezionare la voce “Just boot tethered right now”.

3. Impostare nuovamente l’iPhone in modalità DFU.

4. Attendere il riavvio dell’iPhone.

Nota: trattandosi di una guida per il jailbreak di una versione beta di iOS, sconsigliamo a tutti gli utenti meno abili di non avventurarsi in procedure di sblocco che potrebbero arrecare danno ai propri dispositivi. Procedete solamente se sapete quello che state facendo.

Nota 2: la versione per Windows di Redsn0w 0.9.8b1 è in lavorazione. Anche in questo caso si tratterà di un jailbreak di tipo tethered.